Questo sito utilizza cookie per inviarti pubblicità e servizi in linea con le tue preferenze. Se vuoi saperne di più clicca su maggiori informazioni. Condividiamo inoltre informazioni sull'uso del nostro sito con i nostri social media, pubblicità e analytics partner. Chiudendo questo banner o scorrendo questa pagina acconsenti all'uso dei cookie. Per nascondere questo messaggio clicca su chiudi.

OBIETTIVO SCUOLA

PORTALE DI INFORMAZIONE SCOLASTICA


  speciali concorsiconcorsi 2020 speciale concorso straordinario speciale procedurabilitanteconcorso ordinario infanzia primariaspeciale aggiornamentogr

Si è svolto ieri in videoconferenza il confronto fra i rappresentanti del Ministero dell'Istruzione e delle organizzazioni sindacali, in merito alle procedure relative al bando del concorso straordinario per l’immissione in ruolo nella scuola secondaria di I e II grado. Il Ministero ha illustrato la bozza del Decreto che andrebbe a modificare e rettificare il bando già pubblicato il 28 di aprile (DDG 23 aprile 2020, n. 510).
Concorso straordinario3
Dopo l'incontro con i sindacati, il Decreto sarà sottoposto al parere del CSPI che dovrà essere emanato entro il termine di 7 giorni dall'invio e poi il Ministero procederà alla sua pubblicazione definitiva.
Nonostante siano ancora incerte le date di pubblicazione del Decreto di rettifica, la Dott.ssa Alonzo, presente in rappresentanza del Ministero, ha comunque assicurato che candidati avranno 30 giorni di tempo per presentare la domanda di partecipazione al concorso.

PROVA SCRITTA
La bozza prevede una prova scritta, da superare con il punteggio di minimo 56/80 e da svolgere con sistema informatizzato secondo il programma di esame previsto dal presente bando, distinta per classe di concorso e tipologia di posto. La durata della prova è pari a 150 minuti, fermi restando gli eventuali tempi aggiuntivi di cui all'art. 20 della Legge 5 febbraio 1992, n. 104. La bozza prevede 8 quesiti a risposta aperta di cui 7 volti all'accertamento delle conoscenze e competenze disciplinari e didattico-metodologiche e 1 composto da un testo in lingua inglese.
I sindacati hanno evidenziato la sproporzione tra il numero di quesiti e il tempo a disposizione (una media di 19 minuti a quesito) e hanno chiesto la riduzione a 4 quesiti. La mediazione fra le due posizioni avrebbe portato alla riduzione a 6 quesiti.

QUESITO IN LINGUA INGLESE
La bozza del decreto prevede un quesito, composto da un testo in lingua inglese seguito da cinque domande di comprensione a risposta aperta volte a verificare la capacità di comprensione del testo al livello B2 del QCER per le lingue.
Il sindacato ANIEF, rappresentato dal Segretario Generale Giordano, ha "evidenziato come la normativa preveda che nei concorsi si valuti la capacità di comprensione di un testo in lingua inglese e non certo la capacità di produzione scritta in lingua inglese e abbiamo chiesto che almeno questa criticità, in una procedura iniziata male e proseguita peggio, sia risolta senza indugio dal Ministero permettendo la risposta aperta in italiano”. 
Sembrerebbe però che la richiesta in questione non sia stata accolta dal Ministero.

PROVA ORALE
Rispetto alla bozza del bando illustrata dall’amministrazione, la Uil Scuola ha evidenziato che i riferimenti relativi all’accertamento della conoscenza dell’uso delle apparecchiature e delle applicazioni informatiche più diffuse sono molto generici e sarebbe opportuno definire questi aspetti all’interno del bando di concorso in modo più preciso e dettagliato.
Il Decreto scuola ha, infatti, disposto che l'accertamento della conoscenza dell'uso delle apparecchiature e delle applicazioni informatiche più diffuse avviene nel corso della prova orale conclusiva dell'anno di prova.

Bozza rettifica bando concorso straordinario: 8 quesiti a risposta aperta in 150 minuti

Pin It

MAD doocenti.it

concorso a cattedra 2019

concorso a cattedra 2019

ESAMI ENTRO FEBBRAIO in tempo per la partecipazione al concorso 6

calcola supplenze

banner scuola piccolo 2019 51

banner infanzia primaria piccolo 1