Questo sito utilizza cookie per inviarti pubblicità e servizi in linea con le tue preferenze. Se vuoi saperne di più clicca su maggiori informazioni. Condividiamo inoltre informazioni sull'uso del nostro sito con i nostri social media, pubblicità e analytics partner. Chiudendo questo banner o scorrendo questa pagina acconsenti all'uso dei cookie. Per nascondere questo messaggio clicca su chiudi.

OBIETTIVO SCUOLA

PORTALE DI INFORMAZIONE SCOLASTICA


  speciali concorsiconcorsi 2020 speciale concorso straordinario speciale procedurabilitanteconcorso ordinario infanzia primariaspeciale aggiornamentogr

È proseguita oggi nella 7a COMMISSIONE (Istruzione pubblica, beni culturali, ricerca scientifica, spettacolo e sport) l'esame, sospeso nella seduta del 5 maggio, del Disegno di Legge n. 1774 concernente la Conversione in legge del decreto-legge 8 aprile 2020, n. 22, recante misure urgenti sulla regolare conclusione e l'ordinato avvio dell'anno scolastico e sullo svolgimento degli esami di Stato. L(c.d. Decreto Scuola). La discussione proseguirà domani 13 maggio alle ore 9:00. La conclusione della seduta è prevista per le ore 16:00.Decreto scuola CoronavirusDi seguito il resoconto della seduta.

 

Il PRESIDENTE comunica che sono state presentate riformulazioni degli emendamenti 1.18, 1.24, 1.77, 1.0.3, 2.19, 2.44, 2.52, 2.106, 2.107, 2.109, 2.111, 2.0.4, 2.0.24, 2.0.27, 2.0.49, 3.0.2, 4.13, 4.0.17, 5.0.1, 7.0.15 e 7.0.18, pubblicate in allegato. Avverte che sono stati presentati i testi corretti degli emendamenti 2.0.30, 4.15, 4.16, anch'essi pubblicati in allegato.

Comunica inoltre che il senatore Romano aggiunge la propria firma agli ordini del giorno G/1774/1/7, G/1774/2/7, G/1774/6/7, G/1774/16/7 e G/1774/21/7 e agli emendamenti 1.65, 1.66 e 3.0.1 e che il senatore Pillon aggiunge la firma all'emendamento 4.18.

Prende atto la Commissione.

Il PRESIDENTE avverte che non sono pervenuti i prescritti pareri sugli emendamenti riferiti al provvedimento in titolo.

La relatrice ANGRISANI (M5S) preannuncia la presentazione, nella mattina di domani, di alcuni emendamenti.       

La senatrice SAPONARA (L-SP-PSd'Az) esprime sconcerto per l'assenza, a più di un mese dall'adozione del provvedimento d'urgenza in esame, di un quadro definito sulla conclusione dell'anno scolastico. Il protrarsi dei tempi d'esame del decreto-legge, un provvedimento carente sin dall'origine come dimostra la presentazione di circa 400 emendamenti, lascia docenti, famiglie e studenti, in particolare quelli che concludono un ciclo di studi, in una grave incertezza, che auspica possa essere al più presto superata.

Si unisce il presidente PITTONI (L-SP-PSd'Az), che osserva come il decreto-legge avrebbe dovuto essere adottato in tempi più congrui, evitando le attuali incertezze, cui si cerca ora di far fronte con ordinanza.

Ad avviso del senatore CANGINI (FIBP-UDC) non c'è da manifestare stupore per il ritardo con il quale il Governo adotta provvedimenti che invece dovrebbero essere per loro natura urgenti: si tratta ormai di una prassi, che egli giudica assai censurabile. Menziona a questo proposito il cosiddetto "decreto-legge Rilancio", atteso nel mese di aprile e la cui entrata in vigore è di giorno in giorno differita a causa di un braccio di ferro tutto politico tra le forze di maggioranza su specifiche questioni, come la regolarizzazione di migranti: ciò comporta inevitabili conseguenze negative per famiglie, lavoratori e imprese che attendono un sostegno in un momento così difficile e che evidentemente non sono al centro dell'attenzione della maggioranza e del Governo, come, nel caso del decreto-legge n. 22, non lo è la scuola.

Gli emendamenti riformulati 

Pin It

MAD doocenti.it

concorso a cattedra 2019

concorso a cattedra 2019

ESAMI ENTRO FEBBRAIO in tempo per la partecipazione al concorso 6

calcola supplenze

banner scuola piccolo 2019 51

banner infanzia primaria piccolo 1